skip to Main Content

Come trovare un corto circuito elettrico?

Trovare un corto circuito elettrico nel impianto della tua casa

Un corto circuito elettrico si verifica quando viene creato un percorso accidentale tra la linea calda e il filo neutro o la terra in un circuito, generando una connessione in cui non dovrebbe esserci uno. Di solito è molto ovvio quando si verifica un corto circuito che si rivela se i fusibili vengono ripetutamente bruciati o l’interruttore automatico interviene ripetutamente. Di solito provoca anche un forte suono scoppiettante quando il circuito è attivato.

Quando si verifica un corto circuito, dovrebbe essere risolto immediatamente poiché questo problema potrebbe deteriorare il filo e il suo isolamento, o l’interruttore stesso, o addirittura causare un incendio. Puoi trovare e riparare da solo la causa di un cortocircuito elettrico seguendo i passaggi seguenti.

Corto Circuito Elettrico

Passo 1: controllare gli apparecchi

La prima cosa da fare è prendere nota di ogni spina, luce e apparecchio che non funziona più a causa del corto circuito. Il colpevole più probabile è l’elettrodomestico che stavi usando quando si è verificato il cortocircuito. Scollegalo e misura su entrambi i poli piatti con un ohmmetro per vedere se è in corto. In caso contrario, guardati intorno, sullo stesso circuito, per un apparecchio che consuma molta energia come un riscaldatore o un tostapane che è stato usato di recente assorbendo un eccesso di corrente sull’interruttore. Non è necessario cortocircuitare nulla, ma se un circuito cablato su un circuito da 15 A che sta già attingendo a 3-4 ampere da luci e piccoli elettrodomestici viene sovraccaricato da un riscaldatore appena collegato che richiede 12-13 Amp per funzionare, la capacità dell’interruttore essere sovraccaricato da un paio di amplificatori si disattiverà.

Per assicurarsi che non sia causato da un cortocircuito lungo la linea, spegnere e scollegare tutto su quel circuito, quindi riaccendere l’interruttore. Senza lasciare nulla nel circuito, se l’interruttore continua a inciampare, il problema si trova all’interno delle pareti.

Se l’interruttore automatico (salvavita) scatta ancora o se il fusibile si brucia, potrebbe essere causato da un interruttore, una presa, un interruttore o una presa di luce difettosi o un cortocircuito nel cablaggio.

Passo 2: isolare l’interruttore

Prima di iniziare a lavorare su un circuito elettrico, ASSICURARSI CHE NON SIA PRESENTE ALIMENTAZIONE IN QUEL CIRCUITO DISATTIVANDO L’INTERRUTTORE. Conferma che è spento con il multimetro che lo commuta su AC Volt. Inserire le sonde metalliche nella presa del problema e verificare la presenza di zero volt. Se è presente tensione, dovrai trovare l’interruttore giusto e ripetere la procedura. Una volta spenta, rimuovere la piastra a parete ed estrarre la spina a muro, l’interruttore o la presa della luce per esporre i fili.

Passo 3: controllare in tutte le scatole terminali

Con l’alimentazione (interruttore) ancora spenta, commutare il multimetro su ohm. Controllare i cavi per un cortocircuito posizionando un filo del misuratore sul filo nero e l’altro sul filo bianco. Se il misuratore mostra infiniti ohm o O.L., allora la presa e il suo circuito fino all’interruttore sono buoni. L’interruttore, tuttavia, potrebbe essersi deteriorato e scaldarsi / inciampare da un flusso di corrente inferiore. In questo caso, un elettricista dovrà accedere al pannello principale e sostituirlo.

Se il misuratore mostra continuità, c’è un cortocircuito che potrebbe essere qualsiasi cosa, da un interruttore difettoso a un filo difettoso o a una presa o interruttore difettoso. Rimuovere il filo nero dal terminale per isolare la presa o altri dispositivi dalla linea ed eseguire lo stesso test di continuità tra il filo nero e quello bianco. Se non si ottiene continuità, sostituire la presa difettosa o l’interruttore, ma se si ottiene ancora continuità (breve) il problema è ulteriormente lungo la linea. Ispezionare il cavo e tutti i suoi fili per assicurarsi che non vi siano segni di usura o tagli che mostrano rame nudo che potrebbe toccare da qualche parte e cortocircuitare. Se tutto va bene, quindi riavvitare il filo nero al suo terminale originale, reinstallarlo nella scatola con la piastra a parete.

Successivamente, è possibile procedere alla successiva scatola elettrica lungo il circuito e ripetere esattamente la stessa procedura, eliminando così ogni spina a muro, interruttore e presa di luce dall’elenco difettoso. Se alla fine nessuno dei dispositivi del quadro elettrico è la causa, ma si misura ancora il cortocircuito, è probabilmente causato da un interruttore difettoso.

TUTTAVIA, NON TENTARE DI RIMUOVERE IL COPERCHIO DAL PANNELLO PRINCIPALE SE È UN POSTO ESTREMO PERICOLOSO CON 200 AMPS O PIÙ ALL’INTERNO! QUESTO È DOVE CHIAMA IL TUO ELETTRICISTA LOCALE DI MONZA PER FINALIZZARE L’ATTIVITÀ!